TRENDING NOW

Tutorial

Guide, Recensioni, Hacking e Mobile alla portata di tutti.

Microsoft ha in programma di aggiornare l'interfaccia grafica di Windows 10.
Non sappiamo molto riguardo il progetto denominato "NEON", tranne che per uno Screenshot condiviso da Tomt Hounsell su Twitter dove ci invita a dare un'occhiata nel modo in cui Windows 10 sta per cambiare il suo look, puntando su un design più fluido, su nuove animazioni e sul supporto a HoloLens.
Microsoft intende continuare a modificare quando necessario anche l'estetica di Windows 10 e qui entra in gioco il "progetto Neon", pensato per aggiornare l'interfaccia utente di Windows ed utilizzare lo stesso su altri dispositivi come HoloLens, ovvero degli occhiali che permettono di interagire con gli ologrammi prodotto da Microsoft, piattaforme per realtà aumentata, eventualmente anche smartphone e Tablet e ovviamente la Xbox One.
Naturalmente, il "progetto Neon" deve continuare a soddisfare anche gli utenti Desktop e migliorare l'esperienza nel modificare l'interfaccia utente, invece che nel toglierla. I dettagli sono minimi, ma secondo Microsoft, il progetto scorre con fluidità con possibilità di poter modificare animazioni, effetti, scrittura e anche una soluzione per la continuità di caricare applicazioni, passare da una finestra all'altra e il multitasking generico.
Ci aspettiamo di vedere maggiori dettagli al riguardo alla Microsoft build 2017, conferenza degli sviluppatori Microsoft che si terrà  il 10 Maggio.
Tuttavia, le API del "progetto Neon" sono già a disposizione degli sviluppatori nell'ultima Insider Preview di Windows 10. 
Guide, Recensioni, Hacking e Mobile alla portata di tutti.
FSM Football Stats Master è un'App pensata per chi ama il Calcio Europeo, le Statistiche di Sport e
si diletta con il Calcio Scommesse.


FSM mette a confronto le statistiche ed i risultati ottenuti dai Guru del Calcio che pubblicano pronostici all’interno dell’applicazione.
L’utente può leggere i pronostici dei guru e decidere di effettuare una scommessa con una maggiore consapevolezza ed il supporto delle statistiche.

FSM, inoltre, è in grado di effettuare predizioni e di simulare una partita attraverso potenti algoritmi di statistica predittiva come Goal Supremacy, l’ELO ranking e l’analisi di Poisson che vengono eseguiti in tempo reale analizzando un database di oltre 100.000 partite di calcio europeo.
Attraverso l’analisi statistica l’App è in grado di estrapolare informazioni rilevanti per lo scommettitore che vengono tradotte in considerazioni che il Genius FSM espone in maniera testuale per una migliore esperienza d’uso.
L’unione dei calcoli effettuati da tutti gli algoritmi predittivi consente di calcolare le odds esclusivamente su base statistica (e quindi in base alla probabilità piuttosto che al numero di scommettitori).
Questa informazione può essere immediatamente utilizzata dall’utente per individuare delle “Value bets” ovvero delle scommesse di valore, semplicemente confrontando le quote proposte su base statistica con quelle offerte dai bookmakers.
Risultati, Classifiche e statistiche possono essere visualizzate ed analizzate per fattore campo, stato di forma e parziali e con l'opzione "campionati storici" è possibile estendere l’analisi a tutti i campionati passati dal 1993 ad oggi.
Impostando una squadra del cuore è possibile accedere immediatamente alle informazioni più rilevanti e mettersi alla prova con un Quiz impostato sulla propria squadra.
Una chat interna consente agli utenti di scambiarsi opinioni e feedback sulle partite, oppure di ricevere il supporto degli sviluppatori.
L’Applicazione, che vanta oltre 200.000 download in tutto il mondo, copre al momento 22 tra i più importanti campionati di calcio europei ed è disponibile gratuitamente sull’App Store per iPhone, iPad ed Apple Watch ed a partire da iOS 8.2.
La versione FULL, che costa 4.99€, consente di sbloccare i campionati storici e di rimuovere le pubblicità.
Guide, Recensioni, Hacking e Mobile alla portata di tutti.

Il jailbreak per iOS 10.2 è stato finalmente rilasciato, purtroppo ancora in fase embrionale (per il momento non esiste un tool per eseguire l'installazione di Cydia) e non compatibile con tutti i dispositivi. La procedura può essere eseguita solo sui seguenti dispositivi:
  • iPhone 5s
  • iPhone 6/Plus 
  • iPhone 6s/Plus
  • iPhone SE 
  • iPad Pro
I possessori di iPhone 5, iPhone 5c, iPhone 7 e iPhone 7 Plus, dovranno attendere ancora.
Nonostante la mancanza di un tool specifico, la procedura non risulta complessa.


  • Scarichiamo il file .IPA e Cydia Impactor 
  • Colleghiamo il dispositivo al PC o Mac
  • Avviamo Cydia Impactor e trasciniamo il file IPA sull'interfaccia di Cydia impactor.
  • Inseriamo le credenziali del nostro ID Apple (indispensabile per comunicare coni server Apple)
  • Sul dispositivo comparirà una nuova app prima di avviarla dobbiamo autorizzare lo sviluppatore, quindi rechiamoci in Impostazioni -> Generali -> Gestione dispositivo -> autorizza l'app “Yalu”
  • Avviamo la nuova app e tappiamo su GO 
Terminato il processo di installazione ci ritroveremo Cydia sul nostro dispositivo e potremo cominciare ad installare i nostri amati tweak! 

N.B.
  • La procedura può essere eseguita solo sui dispositivi sopraelencati con versione iOS 10.2, la Apple in queste settimana ha rilasciato l'aggiornamento ad iOS 10.2.1 che blocca l'esecuzione del Jailbreak.
  • Durante l'installazione di Cydia potrebbero comparire degli errori, basterà chiuderli. 
  • Su Windows non bisogna avviare Cydia impactor con i privilegi di amministratore, altrimenti non funzionerà.

Guide, Recensioni, Hacking e Mobile alla portata di tutti.

Per quelli nati nell'era della tecnologia scattare uno Screenshot con il proprio PC non è un problema, ma il mondo è bello perché è vario, infatti molte persone trovano difficoltà nello scattare uno screen del proprio desktop, per questo abbiamo deciso di pubblicare questa breve guida dove illustriamo i vari metodi per scattare uno screen da PC.

Scattare Screenshot con Windows

Eseguire uno screen con i sistemi operativi di casa Microsoft è molto semplice, da tastiera basta premere il tasto Stamp.
Ora bisogna salvare l'immagine, il modo più rapido è quello di usare Paint: Start --> Tutti i programmi/Programmi --> Accessori --> Paint da tastiera premiamo Ctrl + V per incollare lo Screenshot nella finestra di Paint e salviamo l'immagine.






Alternativa 

Da Windows Vista è stato introdotto lo Strumento di cattura, utility che permette di acquisire, salvare o condividere uno snapshot dello schermo. Per aprirlo digitiamo Strumento di cattura nella casella di ricerca sulla barra delle applicazioni e quindi seleziona Strumento di cattura.


Scattare Screenshot con Linux

Per catturare le immagini dello schermo in Linux esistono vari metodi, il metodo più semplice per creare uno Screenshot è quello di utilizzare l'utility Cattura schermataApplicazioni --> Accessori --> Cattura schermata. 









Scattare Screenshot con  MacOS



Da tastiera Maiuscole-Comando (⌘)-3. L'istantanea viene salvata sulla scrivania come file .png
Guide, Recensioni, Hacking e Mobile alla portata di tutti.


Ubuntu è il sistema operativo più popolare, è utilizzato da milioni di persone in tutto il mondo. La Canonical (sviluppatore di Ubuntu) ha lanciato una nuova piattaforma contenente diversi tutorial per tale sistema operativo. Il sito si presenta come un insieme di procedure dettagliate su argomenti specifici, "Essi forniscono un processo step-by-step per fare attività di sviluppo e DevOps su macchine Ubuntu, server o dispositivi", di seguito alcuni punti di forza: 

  • Sintesi chiara e dettagliata
  • Livello di difficoltà
  • Tempo completamento stimato

Come ottenere tutti i tutorial in un solo colpo?

Un'altra grande notizia è la possibilità di avere con se tutti i tutorials anche offline. Canonical, infatti, ha usato il sistema SNAP per creare una raccolta di tutti i tutorial e per usufruirne anche quando si è offline bisogna dare il seguente comando da terminale:

$ snap install snap-codelabs

Da browser digitiamo:
http://localhost:8123/
Ora avremo una raccolta di tutti i tutorials sul nostro PC e potremo consultarla anche quando saremo offline. Il tutto funziona su disto Ubuntu 16.04 LTS o superiori. 
Canonical permette anche di contribuire alla crescita del sito, infatti chiunque può pubblicare guide su Ubuntu Tutorials.