Ubuntu è la piattaforma preferita dagli sviluppatori ed ora il suo supporto ricopre diverse varietà di dispositivi - desktop, mobile, cloud e IoT. Questa è la release finale dopo le diverse beta.
Ad un primo sguardo, Ubuntu sembrerebbe essere ben poco differente. Ma, sotto al cofano, ci sono numerose novità difficilmente individuabili da un occhio inesperto. Vediamo ora quali sono le nuove feature ed i motivi per cui è consigliato l'upgrade.

Più potere agli sviluppatori

La nuova Ubuntu 15.04 offre acceso ad Android Studio e Android NDK per la prima volta. Ubuntu 15.04, inoltre, svela una versione dedicata agli sviluppatori di Firefox e Stencyl, una nuova piattaforma di sviluppo per giochi.
Altri nuovi IDE: IDEA (ultimate e community edition), pycharm (professional, educational e community edition), webstorm, rubymine, phpstorm e eclipse.

Miglior supporto al cloud

Il nuovo OpenStack kilo sarà rilasciato con feature come il Distributed Virtual Routing (DVR) che porterà con sè tutti i vantaggi del cloud. Inoltre è stato aggiunto il supporto per ZeroMQ per rendere più funzionale e facile la gestione del cloud.

Nuovo Kernel

Il Linux kernel è stato aggiornato alla versione 3.19.3.
Il nuovo kernel porta miglioramenti per quanto riguarda il supporto al file system Btrfs, ai nuovi chip grafici Intel, Skylake, al multi-touch e alla compressione LZ4 in SquashFS.

Da initid a systemd

Da molti utenti esperti questo passaggio non è stato apprezzato, ma sta diventando man mano il gestore di sistema, di demoni e di servizi di default su molte distro.

Miglior supporto all'IoT

I sistemi con montato Ubuntu ora possono lavorare più efficientemente con i device futuristici dell'Internet of Things. "Snappy" Ubuntu Core, una versione minimale di Ubuntu Server Edition, ora è ancora più piccola e sicura.

Ubuntu Phone


Ubuntu 15.04 è la base sulla quale gira la versione corrente di Ubuntu Phone sui dispositivi BQ Aquaris e Meizu MX4.
Prossimamente la versione mobile di Ubuntu non sarà altro che un'estensione della versione desktop.

Aggiornate le funzionalità di LibreOffice

Volendo sempre più disperatamente competere con Microsoft Office, la nuova suite LibreOffice 4.4 ora supporta file PDF, OneDrive e Sharepoint con firma digitale e una migliore formattazione di tabelle e mail.
Altre feature includono miglioramenti in OpenGL per quanto riguarda le transizioni delle slide in Draw e Impress.

Menu locali di default

Ora tutte le applicazioni utilizzano di default menu locali all'interno della singola finestra al posto del menu globale. E' però presente la possibilità di scegliere di tornare al vecchio stile.
Axact

Axact

Vestibulum bibendum felis sit amet dolor auctor molestie. In dignissim eget nibh id dapibus. Fusce et suscipit orci. Aliquam sit amet urna lorem. Duis eu imperdiet nunc, non imperdiet libero.

Lascia un Commento: