Tra pochi mesi Microsoft rilascerà "Windows 10 Anniversary Update", l'aggiornamento includerà molte novità, tra cui il file system di Ubuntu che ci consentirà di utilizzare Bash per eseguire le applicazioni a riga di comando di Linux senza utilizzare una macchina virtuale.


Tuttavia possiamo provare in anteprima questa funzione e lanciare la Bash (Bourne Again Shell) sulla nostra copia di Windows 10 grazie alla prima build dell'aggiornamento "Windows 10 Anniversary Update" che Microsoft ha rilasciato ai membri del suo programma Insider. Per ottenere la build 14316 dobbiamo attivare e configurare l'opzione Sviluppatore su Windows 10, per farlo andiamo in Impostazioni --> Aggiornamento e Sicurezza --> Per Sviluppatori e selezioniamo la Modalità sviluppatore.



Ora che abbiamo attivato la modalità sviluppatore dobbiamo scaricare la nuova Build, per farlo rechiamoci nelle impostazioni avanzate di Windows Update: Impostazioni > Aggiornamento e sicurezza > Windows Update > Opzioni avanzate > Ricevi le build Insider > Per iniziare e quindi seguiamo le istruzioni sullo schermo per preparare il PC per le build di Insider Preview.


Dopo il riavvio del PC possiamo scegliere la frequenza con cui ricevere le nuove build di Windows Insider Preview andando in  Windows Update -- > Opzioni avanzate

Una volta riavviato il PC per attivare Bash apriamo il menù Start e digitiamo "Attiva o disattiva funzionalità di Windows" selezioniamo la voce proposta e dal menù che ci apparirà selezioniamo "Windows Subsystem for Linux (Beta)" e diamo OK.


Riavviamo di nuovo il PC, alla sua accensione apriamo il menù Start, al suo interno digitate la
parola bash e diamo invio, comparirà una finestra del CMD che ci chiederà di accettare la licenza per il download, digitiamo y e diamo invio, il sistema avviare il download e installerà Ubuntu per Windows 10, terminato il download ogni volta che daremo il comando bash da CMD il nostro prompt si trasformerà in una shell di Ubuntu.
Axact

Axact

Vestibulum bibendum felis sit amet dolor auctor molestie. In dignissim eget nibh id dapibus. Fusce et suscipit orci. Aliquam sit amet urna lorem. Duis eu imperdiet nunc, non imperdiet libero.

Post A Comment: