La tecnologia è in continuo mutamento e spesso molte persone si trovano in difficoltà nello scegliere i componenti per il proprio PC. Negli ultimi anni gli SSD (Solid State Drive) stanno sostituendo i vecchi HDD (Hard Disk Drive), inizialmente i prezzi degli SSD erano eccessivi e solo in pochi potevano beneficiare delle loro prestazione, ma per fortuna la storia è cambiata e i prezzi sono calati vertiginosamente, molti utenti stanno effettuando un upgrade e proprio per questo oggi vogliamo parlarvi delle differenza tra le 2 tecnologie (SSD e HDD). Le prime differenze risiedono nella "costruzione" e nel funzionamento; i buon vecchi HDD hanno un funzionamento meccanico, i dati vengono memorizzati su dei piatti magnetici di metallo e vengono letti da una testina, gli SSD invece non sono meccanici ma hanno dei chip di memoria e i dati viaggiano attraverso la corrente (velocità elevate sia in lettura che in scrittura). Di seguito alcune differenza tra i tradizionali HDD e i nuovi SSD.

La velocità: gli SSD  hanno una velocità maggiore in lettura/scrittura rispetto a dei normali hard disk, permettendo così prestazioni migliori durante l'utilizzo.
Il Costo/GB: L'hard disk ha un prezzo inferiore a parità di GB rispetto ad un SSD.
La manutenzione: Gli HDD hanno bisogno di manutenzione, una tantum bisogna effettuare una frammentazione per ricomporre i settori del disco, mentre sugli SSD non esiste, visto che il loro funzionamento è basato su dei chip di memoria. (cliccate qui per la guida sulla corretta configurazione di un SSD su Windows).
La durata: Gli SSD non hanno parti meccaniche in movimento e quindi  la probabilità che si rompa è quasi nulla, mentre gli HDD hanno delle parti meccaniche sempre in movimento e questo alza le probabilità di rottura, ma bisogna spezzare una lancia a favore dei tradizionali HDD, perchè gli SSD a lungo andare "più o meno un decennio" iniziano a perdere colpi per via delle elevate scritture/letture dei chip di memoria.
Rumorosità: Il funzionamento degli SSD si basa su dei chip di memoria, quindi il rumore quando sono in funzione è quasi nullo rispetto ai vecchi HDD che col passare degli anni diventano rumorosi, dato che hanno parti meccaniche.

Arrivati a questo punto, possiamo solo consigliarvi l'acquisto di un SSD, anche se vi sconsigliamo l'uso del solo SSD, sempre meglio utilizzarlo in parallelo con un HDD; installando il sistema operativo e i programmi più usati sul SSD e sfruttando il maggiore spazio "GB" del HDD per immagazzinare il resto dei dati.
Axact

Axact

Vestibulum bibendum felis sit amet dolor auctor molestie. In dignissim eget nibh id dapibus. Fusce et suscipit orci. Aliquam sit amet urna lorem. Duis eu imperdiet nunc, non imperdiet libero.

Lascia un Commento: