Quello che molti non sanno è che gli hacker possono installare da remoto e in modo "invisibile" applicazioni dannose sui nostri smartphone così da guadagnare somme di denaro.
Alcuni ricercatori di sicurezza hanno scoperto che milioni di dispositivi Android in tutto il mondo sono stati infettati dal famigerato trojan Hummer. Scoperto nel 2014 da Cheetah mobile, Hummer infetta circa 63.000 dispositivi al giorno, inoltre i ricercatori hanno dichiarato quanto segue: "Questo Trojan si apre continuamente sugli smartphone delle vittime sotto forma di annuncio, installa silenziosamente applicazioni indesiderate (anche pornografiche). In diverse ore, il trojan accede alla rete più di 10.000 volte e scarica oltre 200 APK, consumando circa 2 GB di traffico di rete". Ogni volta che Hummer installa una nuova applicazione sui dispositivi infetti, i suoi sviluppatori guadagnano 0,50€ quindi è lecito pensare che il team dietro questo trojan faccia più di mezzo milione di dollari al giorno e oltre 5 milioni al mese.
Ecco come "lavora" Hummer: Una volta che un dispositivo è stato infettato da Hummer, il Trojan "si concede" i permessi di root così da poter installare liberamente le applicazioni indesiderate, giochi, app pornografiche. Purtroppo, almeno per ora, Hummer è quasi impossibile da disinstallare, visto che il trojan ottiene i permessi di root ed installa quasi 18 diversi "rooting exploits" così da rendere impossibile la disinstallazione anche agli antivirus.

Axact

Axact

Vestibulum bibendum felis sit amet dolor auctor molestie. In dignissim eget nibh id dapibus. Fusce et suscipit orci. Aliquam sit amet urna lorem. Duis eu imperdiet nunc, non imperdiet libero.

Lascia un Commento: