Sembrerebbe non esserci più dubbi: l'iPhone 8, che dovrebbe debuttare ad inizio autunno, avrà una tecnologia di riconoscimento facciale come strumento di autenticazione.

Sembrerebbe non esserci più dubbi: l'iPhone 8, che dovrebbe debuttare ad inizio autunno, avrà una tecnologia di riconoscimento facciale come strumento di autenticazione.
Il particolare, su cui da mesi circolano indiscrezioni, ora spunta anche in un canale più ufficiale: il software che Apple ha rilasciato agli sviluppatori di HomePod, l'altoparlante ed assistente vocale "smart" con Siri a bordo.
Il sistema di riconoscimento biometrico, grazie al quale l'iPhone di nuova generazione si sbloccherà inquadrando il volto e non più (o forse non solo) con l'impronta digitale, spunta dal codice del firmware rilasciato per HomePod. La tecnologia, spiega il sito di 9to5Mac, consiste in una telecamera a infrarossi in grado di riconoscere il volto di una persona anche in condizioni non ottimali, per esempio al buio.
Inoltre, secondo TechCrunch, dal codice emergerebbe un altro dettaglio sul futuro iPhone: nella forma del "melafonino", stilizzata e con una cornice sempre più sottile, il tasto Home scompare. Segno che il Touch ID per le impronte potrebbe anche essere sostituito del tutto dal Face ID, nome in codice Pearl ID.
Axact

Axact

Vestibulum bibendum felis sit amet dolor auctor molestie. In dignissim eget nibh id dapibus. Fusce et suscipit orci. Aliquam sit amet urna lorem. Duis eu imperdiet nunc, non imperdiet libero.

Lascia un Commento: