Guide, Recensioni, Hacking e Mobile alla portata di tutti.

Configurare SSD con Windows

0
Grazie al calo di prezzo gli SSD sono diventati molto più accessibili rispetto a qualche anno fa.
Gli SSD hanno prestazioni 10 volte superiori ai tradizionali HDD, pero’ se decidiamo di usarne uno come disco primario di Windows e vogliamo che duri il più possibile ottimizzandone le prestazioni dobbiamo eseguire alcune operazioni.
   
La prima su tutto è quella di settare il controller in modalità AHCI da BIOS.
Disabilitare l’indicizzazione 
L’Indicizzazione, indicizza i file per avere prestazioni più rapide nelle ricerche, servizio assolutamente inutile per gli SSD.
Per disabilitare andiamo in Start—>Pannello di controllo—>Sistema e sicurezza—>Strumenti di amministrazione—>Servizi dalla lista cerchiamo e selezioniamo “Windows Search“, click col tasto destro, “proprietà” e di fianco a “Tipo di avvio” settiamo “Disabilitato
Disabilitare Ripristino Configurazioni di Sistema
!!!!ATTENZIONE!!! Una volta disabilitata questa funzione non sarà più possibile ripristinare il sistema operativo.
Tramite questo servizio Windows, crea delle immagini di sistema che potranno essere usate in caso di problemi.
Il problema qua è solo una questione di spazio, non di prestazioni, se avete un’SSD di piccole dimensioni ogni GB risparmiato diventa un fattore molto importante, disabilitarlo è una vostra scelta.
Per disabilitare —>Start—>Pannello di controllo—>Sistema e sicurezza—>Sistema—>Impostazioni di sistema avanzate—>Protezione sistema—>Configura… e selezioniamo Disattiva protezione sistema.
Disabilitare Ibernazione
L’ibernazione consiste nel salvataggio di tutti i dati modificati della sessione di Windows che state effettuando sul’SSD/HDD al momento in cui si attiva.
Questo accade dopo un certo lasso di tempo, mandando il sistema in uno stato di “ibernazione”, ne spento ne acceso, utile nel caso di portatili dove è la batteria ad alimentare il PC.
Nel caso dell’SSD è uno spreco, tutte le volte che il PC va in ibernazione, salvando i dati della sessione corrente, utilizza parecchi cicli di scrittura/lettura per memorizzare il tutto accorciandone la longevità, disabilitiamolo.
Andate in “Start” e scrivete “cmd”, avviate l’utility che compare, scrivete “powercfg.exe /hibernate off” e premete avvio.

       
Memoria Virtuale

La memoria virtuale, chiamata anche “file di paging”, è una parte di memoria che viene utilizzata come “buffer” in caso la RAM del sistema non è sufficientemente ampia.
Al giorno dè davvero difficile, arrivare ad usare tutta la memoria di sistema (RAM).
La prima cosa che si può pensare, dopo aver detto questo, è di disabilitarla completamente ma non è una bella idea, una piccola quantità è sempre meglio lasciarla, alcune applicazioni richiedono sempre un minimo di memoria disponibile.
Impostiamo una piccola parte di memoria dell’SSD come memoria virtuale.
Ecco come fare:
andiamo in  Start—>Pannello di controllo—>Sistema e sicurezza—>Sistema—>Impostazioni di sistema avanzate—>Avanzate—>Prestazioni—>Impostazioni—>Avanzate—>Cambia
Selezioniamo la directory del nostro SSD, in questo caso C: e settiamo come da immagine, premiamo “Imposta” e riavviamo il sistema.
In questo modo avremo all’accensione un file di paging delle dimensioni di 256MB sul nostro SSD ed in caso di necessità automaticamente si imposterà fino ad un tetto massimo di 2GB.

Leave A Reply

Your email address will not be published.