Guide, Recensioni, Hacking e Mobile alla portata di tutti.

Come spiare messaggi su WhatsApp

0

Con tutta la tecnologia che ci circonda oggi giorno, spesso ci sentiamo privi della nostra privacy. In effetti è così, bastano pochi minuti per poter spiare i messaggi WhatsApp di un’altra persona. Applicazione ormai usata da milioni di utenti in tutto il mondo dove spesso si scambiano anche messaggi molto riservati. Per questo oggi abbiamo deciso di spiegarvi alcune tecniche efficaci per spiare i messaggi. Lo scopo è quello di conoscere le tecniche usate per difendersi. Il tutto vi potrà sembrare difficile e laborioso, ma non è così, anzi, bastano pochi minuti per poter mettere in atto la tecnica del MAC Spoofing (Spiare tramite MAC “Media Access Control”)  oppure usare la tecnica di WhatsApp Web.

Tecnica MAC Spoofing

Questa tecnica puo’ essere utilizzata sia su dispositivi iOS che Android.

Piccola premessa, prima di iniziare, dovrete avere a disposizione il cellulare della “vittima” anche per soli pochi minuti, cominciamo:

  • Recuperiamo il MAC address del nostro nostro dispositivo e quello della vittima

Su dispositivi Android:
Impostazioni->Info sul telefono->Stato>Indirizzo MAC Wi-Fi
Su dispositivi iOS:
Impostazioni-> Generali-> Info-> Indirizzo Wi-Fi
Il MAC address sarà composto da lettere e numeri, ecco un esempio: 52:DB:96:F4:34:7A.

Una volta recuperati i 2 MAC address dovremo eseguire alcuni passaggi sui dispositivi, andiamo a vedere:

  • Disinstalliamo WhatsApp dal nostro cellulare
  • Cambiamo il nostro MAC address con quello della “vittima”:

Su dispositivi Android basterà usare Busy Box, ma attenzione il dispositivo dovrà avere i permessi di Root.
       
Su dispositivi iOS c’è l’app  WifiSpoof.

Ora installiamo di nuovo WhatsApp sul nostro cellulare e alla richiesta di inserire il numero di cellulare, dovremo inserire quello della vittima. N.B WhatsApp manda un codice di verifica per l’attivazione del servizio, in questo caso sarà inviato sul cellulare della “vittima”, quindi dovremo avere noi il cellulare in quel momento per visualizzare il codice di verifica, una volta inserito ed attivato il servizio non dimentichiamoci di eliminare il messaggio dal cellulare della “vittima”.

Impostare il Mac Address originale sul nostro cellulare.

Per capire se il procedimento sia andato a buon fine, basta semplicemente aprire WhatsApp e vedere se vengono visualizzate le conversazioni della “vittima”.

Tecnica WhatsApp Web

Non bisogna utilizzare nessun tipo di applicazione o modificare parametri sui nostri cellulari, basta un po’ di furbizia. Durante lo scorso anno WhatsApp ha lanciato un servizio che permette di utilizzare l’app anche tramite WEB, è semplicissimo, basta collegarsi al sito ufficiale e associare al PC il cellulare che vogliamo spiare tramite verifica con il QR-Code (dovremmo avere per pochi instanti il cellulare della “vittima”). Una volta associato l’account, potremo vedere tutte le conversazioni, inclusi file multimediali della “vittima” e resteremo collegati fino a quando non si effettuerà il logout.

Noi di DopedGeeks vogliamo ricordarvi che l’articolo è stato scritto a solo scopo informativo e che spiare messaggi di WhatsApp è ILLEGALE! 

Leave A Reply

Your email address will not be published.