Guide, Recensioni, Hacking e Mobile alla portata di tutti.

Cosa fare se Cortana, Edge e Menu Start non funzionano su Windows 10

0

La Microsoft con Windows 10, ha davvero fatto un ottimo lavoro. Ha ottimizzato molto il sistema, utilizzando una grafica molto pulita, migliorando funzioni già presenti nelle versioni precedenti di Windows ed aggiungendone altre. Ma purtroppo, chi usa i sistemi operativi di casa Microsoft, sa bene che non sono esenti da bug e qualche volta ci tocca passare delle ore per cercare di risolvere dei problemi, anche stupidi, che ci impediscono di utilizzare il il sistema. Qualche giorno fa, siamo inciampati in un problema, abbastanza comune, il menù Start, Cortana, la barra di ricerca ed altre funzioni, hanno smesso di funzionare. Abbiamo provato diverse soluzioni, tra cui l’utilizzo di Powershell, ma solo una ci ha permesso di ripristinare il menù Start con le relative funzioni. Visto che abbiamo perso davvero molto tempo e a tratti la speranza di ripristinare il tutto, abbiamo deciso di aiutarvi, condividendo con voi la soluzione, che nel nostro caso ha funzionato.

  • Avviamo il sistema, da tastiera, premiamo la combinazione di tasti “Windows* – X” , dal menù che comparirà avviamo il Prompt dei comandi (cmd )come amministratore.
*Il tasto “Windows” possiamo trovarlo in basso a sinistra, di fianco alla barra spaziatrice, è quello con il logo di Windows.
  • Da cmd diamo i seguenti comandi:net user “Test1” “Windows” /add
    net user “Test2” “Windows” /add
    net localgroup administrators “Test2” /add
  • I seguenti comandi ci permettono di creare nuovi account utente. Nel nostro caso gli account si chiameranno: “Test1” e “Test2” e come password verrà impostata la parola “Windows“. L’account amministratore sarà “Test2”.
  • Disconnettiamoci dall’attuale account utilizzato. Possiamo farlo, premendo la combinazione di tasti “CTRL+ALT+Canc” per poi fare click su “Disconnetti“.
  • Ora che siamo disconnessi, dal menù, selezioniamo l’account “Test2“. Ricordate che la password per effettuare l’accesso è “Windows“.
  • Apriamo una cartella, nel caso, creiamone una nuova. Dal  menù presente in alto a sinistra selezioniamo: Visualizza–>Elementi nascosti.
  • Adesso dobbiamo aprire la cartella “Database“, l’indirizzo da seguire è il  seguente: C:\Users\Temp1\Local\TileDataLayer 
    Clicchiamo su continua per confermare l’autorizzazione.
    Copia la cartella “Database”
  • Adesso dobbiamo incollare la cartella “Database” all’interno della directory del nostro account originale, o meglio, quello che ci crea problemi.
  • Rechiamoci al seguente indirizzo: C:\Users\nome-utente**\Local\TileDataLayer, sarà presente un’altra cartella “Database”, rinominiamola in “Database1”. Ora possiamo l la cartella “Database” copiata in precedenza.

    **E’ il nome utente del nostro account principale.

     

Se invece continuate ad avere problemi, potete ripristinare Windows 10 utilizzando la funzione “Fresh Start”

Leggi anche:  Windows a 32-Bit o 64-Bit? Qual è la differenza?

Leave A Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.