Come installare Google Play Store

Sappiamo benissimo che Android a differenza di iOS è un sistema molto più aperto e personalizzabile. Questo a volte si traduce in problemi di compatibilità o mancanza di applicazioni necessarie installate sui nostri terminali. Avete mai visto un iPhone privo dell’ App Store? Impossibile. Con Android invece questo è possibile, sopratutto con i telefoni importati dalla Cina che utilizzano la MIUI tra cui Xiaomi, Meizu e i tablet Fire di Amazon non installano il Play Store sui terminali. Il Play Store è indispensabile, ci permette di installare app e contenuti sui dispositivi Android.

Installare Google Play Store da smartphone

Il metodo più semplice per farlo è quello di scaricare l’apk ed installarlo manualmente. Per chi non lo sapesse, i file .apk è l’equivalente di Android un file .exe su Windows. Per prima cosa scarichiamo l’apk del Play Store, al momento della stesura di questo articolo la versione più recente è la 11.2.14, durante il download il browser potrebbe segnalare il file come potenziale minaccia, non preoccupiamoci, non è per niente vero.

Abilitare Origini sconosciute

Da smartphone rechiamoci in Impostazioni -> Sicurezza e abilitiamo la voce Origini sconosciute.
Fatto questo, con un file explorer apriamo la cartella contenente il file .apk del Play Store scaricato in precedenza ed installiamolo.
Non dimentichiamo di disattivare l’opzione Origini Sconosciute una volta installato il Play Store.

Installare Google Play Store da PC

Se non disponiamo di una connessione dati o Wi-Fi sul dispositivo, possiamo scaricare l’apk dal nostro PC per poi installarlo sullo Smartphone o tablet.

  • Scarichiamo da PC l’apk del Play store
  • Abilitiamo l’opzione Origini sconosciute sul dispositivo.
  • Colleghiamo il dispositivo al computer con un cavo USB e copiamo l’apk all’interno del dispositivo Android.
  • Da dispositivo, avviamo l’installazione dell’APK, accettiamo le autorizzazioni e attendiamo la fine del processo di installazione.
Leggi anche:  Cosa sono i permessi di Root e a cosa servono

 

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.