GAMDIAS Zeus M1, il mouse da Gaming economico

Da quando è nato DopedGeeks, difficilmente abbiamo scritto articoli inerenti al mondo del gaming. Ma da un po’ di tempo abbiamo deciso di cominciare a scrivere e dedicarci anche al mondo dei gamers. Lo abbiamo fatto partendo da alcune recensione di periferiche da gaming in particolare le cuffie Hephaestus P1 e la tastiera Hermes P1 della Gamdias. La cosa ci è piaciuta e allora abbiamo deciso di portare avanti questa nuova esperienza, infatti, oggi vogliamo parlarvi di un’altra periferica davvero importante per i gamer, il mouse, in particolare andremo a recensire il mouse da gaming Zeus M1 della Gamdias.

Mouse Zeus m1

Il mouse Zeus M1 della Gamdias, è una periferica entry-level, non ci ha impressionato molto rispetto le cuffie Hephaestus P1 e la tastiera Hermes P1, nonostante ciò, la qualità costruttiva è molto buona.

Caratteristiche principali

  • 8 tasti personalizzabili
  • Illuminazione RGB regolabile su 2 livelli
  • Sensibilità del mouse regolabile da 1200 a 7000 DPI
  • Possibilità di inserire 2 pesi da 5g ognuno per una maggiore stabilità
  • Switch Lifecycle: 10 milioni di click

Contenuto della confezione

In questo caso non c’è molto da dire per quanto riguarda la confezione, perché al suo interno troviamo il mouse e un libretto di istruzioni, c’è anche l’italiano! La plastica esterna della confezione protegge a dovere la periferica.

Impressioni d’uso

L’esterno del mouse è ricoperto da una plastica antiscivolo che rende davvero ergonomico il prodotto. La presa sembra essere studiata appositamente per qualsiasi tipo di persona, riuscendosi ad adattare a diversi tipi di mano senza problemi, risultando confortevole anche dopo lunghe sessioni di gaming. Sul fondo del mouse è presente un piccolo alloggio dove sono collocati 2 pesetti da 5g ognuno, possiamo lasciarne uno, entrambi oppure toglierli, in base alle nostre esigenze. Al primo collegamento viene riconosciuto senza problemi da Windows ed inizia ad illuminarsi, come tutte le periferiche della Gamdias, se vogliamo una personalizzazione completa, dobbiamo utilizzare il software proprietario HERA.

Leggi anche:  PC Gaming: Configurazione AMD e Intel a meno di 500€

Utilizzo dei vari tasti

I tasti presenti sullo Zeus M1 sono 8 e tutti programmabili. La rotellina oltre a permettere lo scroll delle pagine, può anche essere cliccata. Continuando sul dorso del mouse, sono presenti 2 piccoli tasti che permettono di gestire la sensibilità del mouse. Infine, troviamo un tasto ancora più piccolo consecutivo ai 2 tasti per la regolazione dei DPI che ci permette di cambiare il colore dell’illuminazione. Nel lato interno del mouse, quello sinistro, troviamo i 2 classici tasti presenti anche su molti mouse non da gaming. Stiamo parlando del “Pagina Successiva”e “Pagina Precedente”, che agevolano la navigazione all’interno di pagine web o File Explorer (Esplora Risorse).

Non abbiamo dimenticato i 2 tasti fondamentali, li abbiamo lasciati per ultimo proprio perché vogliamo dedicargli qualche riga in più. Li abbiamo testati sia con le normali operazioni che possiamo fare con un PC, che sia l’elaborazione di fogli di calcolo o la navigazione web, ma anche con giochi come Call of Duty, Fortnite o giochi di strategia come Civilization. In tutti i casi sono risultati degli ottimi compagni di armi, ci hanno sorpresi sopratutto per il feed rilasciato sia a livello tattile che uditivo, ad esempio quando ci siamo ritrovati a difendere i nostri alleati con un M4, dove il click veloce ci ha permesso non solo di salvare la nostra pelle ma anche quella dei nostri compagni.

Conclusioni finali

Lo Zeus M1 si comporta molto bene anche nelle situazioni più difficili, di certo non possiamo paragonarlo ad un mouse da gaming top gamma di qualche marchio blasonato (vedi Razer o Logitech, dove i prezzi lievitano). Per quanto riguarda le prestazioni, il sensore ottico da 7000 DPI funziona discretamente e i pulsanti non hanno esitazioni nei click. Lo Zeus M1 riesce a distinguersi dalla massa grazie alla sua illuminazione RGB, i colori dei led sono vividi, anche se il poter personalizzare il colore del logo posteriore solo dal tasto, e non dal software, gli fa perdere mezzo punto. Utilizzandolo abbiano notato il bagliore rosso emesso dal sensore ottico attraversare la rotellina, ma considerato il suo prezzo, non possiamo assolutamente lamentarci. Per quanto riguarda la qualità costruttiva, lo abbiamo anticipato prima, il rivestimento antiscivolo, ottimizza l’utilizzo anche durante lunghe sessioni di gioco e la forma è perfetta, si adatta a qualsiasi tipo di impugnatura.

Leggi anche:  Windows 10 Fall Creators aumenta le prestazioni e gli FPS nei giochi

È un buon mouse da gaming, ma può tranquillamente essere usato come un comune mouse da ufficio, grazie anche alla presenza degli 8 tasti personalizzabili. Inutile parlarvi del software HERA, se avete letto le altre nostre recensioni dovreste conoscerlo abbastanza bene, permette di personalizzare al massimo le periferiche Gamdias. Consigliamo l’acquisto a chi è in cerca di un mouse economico ma dalle buone prestazioni, capace di adattarsi ad ogni tipo di situazione.

 

 

 

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.