Le migliori distro Linux

Linux, grazie alle potenzialità e la versatilità che offre è il sistema operativo più usato ed amato dagli sviluppatori e dai geeks. Molte persone pensano che sia un O.S. adatto solo agli esperti, ma non è assolutamente vero, con gli anni è maturato, sono nate distribuzioni estremamente facili da usare, con cumuli di documentazione e guide disponibili on-line, inoltre grazie alla sua licenza open-source è utilizzabile da parte di chiunque ed in qualsiasi circostanza.
Di seguito una lista delle migliori distro Linux

Installare Linux

Il processo di installazione di Linux è simile per molte distribuzioni. Tipicamente basta effettuare il download dell’immagine del disco (.iso) dal sito web e masterizzarla su un CD/DVD oppure creare una chiavetta USB avviabile da BIOS. Prima però bisogna stare attenti a scaricare la giusta versione per il tuo hardware e leggere attentamente le istruzioni.

Ubuntu

Ubuntu è una delle distribuzioni Linux più produttive ed è quella che suggeriamo di usare a chi non ha molta esperienza. È una distro che comprende tutti gli strumenti di base per iniziare ad utilizzarla senza dover installare nulla. Infatti comprende con una suite da ufficio (LibreOffice), browser (Firefox), gestore mail, riproduttore musicale, video e tanti altri.

L’interfaccia, conosciuta come Unity, fa venire un po’ in mente macOS, con un launcher laterale usato per aprire applicazioni e per passare da un programma all’altro.

Puoi provare Ubuntu anche senza installazione, avviandolo direttamente da un DVD live o una pendrive USB. È sviluppato dalla Canonical, che genera profitti grazie all’assistenza tecnica. Quindi, nonostante sia gratuita da installare, il progetto Ubuntu è finanziato a livello professionale, vista anche la sua variante per server.

Altre varianti ufficiali includono Desktop Environment diversi, come KDE, MATE, XFCE e LXDE.

Mint

Linux Mint nasce nel 2006 ed era basato su Ubuntu, ma nel tempo ha preso una direzione diversa. Sviluppato come sua alternativa, solo successivamente ha iniziato ad includere l’interfaccia snella e pulita che ha ora.

La ragione principale per la quale le persone usano Mint è perché offre opzioni diverse, per quanto riguarda il desktop, già in fase di installazione. La più famosa è Cinnamon ma MATE, KDE e Xfce sono le alternative disponibili. E passare da un’interfaccia all’altra è meno complicato rispetto ad Ubuntu.

Cinnamon è molto simile all’interfaccia di Windows, il ché la rende una delle opzioni più usate da chi migra da Windows a Linux.

Altra cosa interessante è che Mint include software proprietario (quindi non open source), che molte distro Linux cercano di evitare. Se può essere “contestabile” a livello etico da parte della community, ti semplifica la vita perché ti mette già a disposizione programmi come il riproduttore video VLC, evitando di fartelo installare in secondo momento.

Fedora

Fedora è sponsorizzata da Red Hat, uno dei grandi nomi nello sviluppo di Linux. Conta circa 1,2 milioni di utenti, e anche una certa nomea positiva visto che Linus Torvalds, creatore del kernel di Linux, ha dichiarato di utilizzare Fedora sui suoi computer. Già questo dovrebbe bastare per farla entrare di diritto tra le migliori distro Linux.

Mentre openSUSE e Debian sono considerate rocce solide Fedora invece tende ad introdurre più frequentemente qualche novità. Conseguentemente, ogni release ha una durata del supporto inferiore.

Le migliori distribuzioni per la sicurezza:

Kali

Kali Linux è il “sistema operativo dell’hacker”, questo perché mette a disposizione degli esperti del settore una suite completa di programmi e strumenti per mettere alla prova ogni tipologia di rete o di sistema informatico (pentesting) . Integra programmi come nmap, Wireshark, John the ripper e Aircrack-ng. Spesso è apparso come sistema operativo usato dagli hacker durante la serie TV Mr. Robot.
Qui una piccola guida su come installare Kali da USB, sia da Windows che da Linux.

Leggi anche:  Terminare processi con distro Linux

Arch Linux

Una delle migliori distro Linux indipendente, versatile e che si adatta ad ogni ruolo è proprio Arch Linux. punta sulla semplicità, il minimalismo e l’eleganza del codice. Arch è installata come sistema di base minimale (configurato dall’utente) sul quale viene costruito il proprio ambiente ideale, installando solo ciò che è necessario in base alle proprie necessità.

Le GUI delle utility di configurazione non sono fornite ufficialmente e la maggior parte della configurazione del sistema viene eseguita dalla Shell e da un editor di testo. Basata sul modello rolling-release, Arch si sforza di rimanere all’avanguardia, e di solito offre le ultime versioni stabili della maggior parte dei software.

Tails

Tails è una distro live che punta sulla sicurezza e la privacy dell’utente, infatti il sistema operativo viene caricato nella memoria RAM e non lascia traccia delle sue attività, inoltre tutto il traffico Internet passa attraverso la rete Tor per assicurare l’anonimato in rete.

TENS

TENS (Trusted End Node Security) è una distro pensata e realizzata dalla US Air Force. Il sistema è stato progettato per funzionare solo in  modalità live, il peso dell’intero sistema operativo è davvero contenuto, l’obiettivo è quello di consentire agli utenti di lavorare su un computer senza il rischio di esporre le loro credenziali e dati privati ai malware, keylogger, etc…

Le migliori distribuzioni server Enterprise:

Red Hat Enterprise Linux

Red Hat Enterprise Linux o RHEL è il sistema operativo per server aziendali. Viene offerto gratuitamente, ma la Red Hat guadagna vendendo servizi di supporto alle aziende che scelgono di implementare il software nei loro data center. La Red Hat aggiorna regolarmente la distro con nuove funzioni e patch di sicurezza.

Leggi anche:  Giochi Steam eseguiti su PS4

SUSE Linux Enterprise Server

SUSE Linux Enterprise Server (SLES) è una distro Linux open-source destinata alle aziende.

SUSE sta investendo in Software Defined Network nonché strumenti cloud come OpenStack. Come con Red Hat il software stesso è libero, mentre il supporto è a pagamento.

Debian

Debian è gestita principalmente dalla comunità Linux, questo la rende più flessibile rispetto a RHEL e SLES. È disponibile anche una versione desktop che può essere utilizzata nei server, di solito viene usata dalle piccole imprese che non hanno grandi esigenze IT.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.