Teslacrypt 3.0, il ransomware che sta facendo inginocchiare il web

Negli anni, moltissimi utenti sono stati colpiti dal famoso ransomware teslacrypt, un virus che cripta con una key univoca tutti i file presenti sul PC per poi chiedere un riscatto per lo sblocco, il virus si è sviluppato negli anni, ma per fortuna hanno sempre trovato un algoritmo per decriptare i file; attualmente teslacryp è arrivato alla versione 3.0 e ancora non esistono algoritmi capaci di decriptare i file. Il contagio avviene tramite una mail che contiene un allegato “.zip” contenente un file .js che alla sua apertura cripta immediatamente tutti i file presenti sul PC dandogli un estensione “.micro o .xxx o .ttt” e per finire cancella le copie shadow di Windows negandoci la possibilità di eseguire un ripristino del sistema. Come detto in precedenza non esistono ancora soluzioni per la versione 3.0 del ransomware, possiamo solo prevenire per evitare il “contagio” facendo attenzione alle mail in arrivo e magari eseguendo un backup dei nostri dati (qui l’articolo per configurare il backup automatico su Windows).

Leggi anche:  Torvalds rilascia il Linux Kernel 4.6!
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.